site du réseau Frantiq
Normal view MARC view

Immagine divina, mito e pratica rituale nella pittura vascolare greca [Extrait] : a proposito del cratere a calice siceliota di Siracusa con il mito delle Pretidi / [De Cesare, Monica]

Publication : 2001 In : Mélanges de l'Ecole Française de Rome. Antiquité, 113 fasc. 1, ISSN 0223-5102Description : p. 383-400Langue : Italien. Auteur principal: De Cesare, Monica Résumé : L'analisi esegetica proposta del cratere a calice siceliota di Siracusa con il mito delle Pretidi, condotta in parallelo con quella dell'anfora lucana con lo stesso soggetto, dimostra come il pittore, pur attingendo per le sua figurazione ad un substrato mitico comune, lo manipola, adattandolo iconograficamente alla realtà cultuale del luogo di produzione e/o fruizione e d'uso dell'oggetto ; l'immagine dunque, con le sue presunte incongruenze figurative, non va letta come trasposizione di una delle versioni letterarie del mito, ma come insieme di segni funzionale ed allusivo al contesto locale di appartenenza, che rende quei segni comprensibili e significativi, compendiando dimensione mitica e dimensione del reale..Sujets:iconographie -- cratère -- amphore -- mythe -- imaginaire -- rituel -- peinture -- décoration de l'argile -- photographie -- scène Chrono: époque archaïque Lieux:Grèce -- Syracuse Anthroponymes: Asclépios Mots libres: peinture de vase .
Current location Call number Status Date due Barcode
Besançon : ISTA - Institut des Sciences et Techniques de l'Antiquité
Cr-Per 040-113.1 (Browse shelf) Available ISTA31258

L'analisi esegetica proposta del cratere a calice siceliota di Siracusa con il mito delle Pretidi, condotta in parallelo con quella dell'anfora lucana con lo stesso soggetto, dimostra come il pittore, pur attingendo per le sua figurazione ad un substrato mitico comune, lo manipola, adattandolo iconograficamente alla realtà cultuale del luogo di produzione e/o fruizione e d'uso dell'oggetto ; l'immagine dunque, con le sue presunte incongruenze figurative, non va letta come trasposizione di una delle versioni letterarie del mito, ma come insieme di segni funzionale ed allusivo al contesto locale di appartenenza, che rende quei segni comprensibili e significativi, compendiando dimensione mitica e dimensione del reale.

There are no comments for this item.

to post a comment.